A A A
RIPETI ANCHE TU QUESTA GITAFOTO PRECEDENTIREPERTORIOITINERARIO
CORREGGI LA TUA GITAGITE PRECEDENTITRACCE GPSPANO 360°
 C'ERO ANCH'IO IN QUESTA GITASTAMPAAIUTO
  
Nome gitaAIGUILLETTE (MONTE) :: (m. 3298 IGN 3297 CTR 3287 IGN) 
Valle :: ZonaValle Varaita :: Alpi Cozie 
Localita partenzaAgnello (colle dell'A.) (m. 2748) 
Accesso stradaleCUNEO - bivio sx Costigliole S. - Sampeyre - bivio dx Casteldelfino - Chianale 
Dislivello totale900+400=1300 metri
EsposizioneNESO 
DifficoltàOSA 
Classificaz. Volo4.1 E2 
Attrezzat. necess.piccozza e ramponi 
Note gitaGita che consente una bella traversata in quota, in un ambiente altamente suggestivo. Il Monte Aiguillette è noto in Francia con nome di "L'Asti". 
Data  mercoledì 7 giugno 2017 Giudizio  3    
Autore  Roberto Peano
Meteosole temperatura fredda 
Località eff. part.Ancienne Cabane des Douanes 
Percorribil. stradanulla da segnalare 
Portagesalita0 minuti
discesa0 minuti
Dislivello effettivo1200 metri
Qualità
neve
Primaverile ghiacciata ondulata
Primaverile morbida liscia
Primaverile morbida liscia
Altezza
neve
60 cm
50 cm
30 cm
Pericolo valanghe
Scala Aineva   : 1   (debole lungo il percorso)
Dettagli : inesistente
Note effettuazione
Si era già previsto l'abbassamento della temperature e quindi non è stata una sorpresa trovare un manto nevoso ben duro e compatto. Così è stato per tutta la salita....e non solo. Dalla Brèche de Ruine, abbiamo proseguito in discesa per ca 150m, mentre Riccardo e Danilo hanno continuato ancora lungo il Torrent de la Ruine per un totale di 300m, ragioni "di forza maggiore". Di lì si è ripellato, e proseguito in alto con sci e rampant sino al pendio/parete che conduce alla Sella immediatamente ad W della Punta, affrontato ramponi ai piedi su neve dura e compatta. Dalla punta il solo Ricky, non parco, ha proseguito con discesa a NE e relativa risalita per 400m, con neve in alto primaverile per poi divenire lastra di marmo. Abbiamo atteso tutti che la temperatura si alzasse un pò ed il sole facesse il suo effetto, ma così non è stato. Alle 11:30 la neve era ancora molto dura, fortunatamente su un pendio ampio e, pur con fondo irregolare, nel complesso "ben gestibile". Solo alla fine del pendio, e quando si è iniziato a deviare verso Ovest, la neve è migliorata diventando una bella primaverile, ottimamente sciabile. Discesa sino a 2700m e da qui ripellato e risalito sino alla Bèche. Con l'abituale traverso e discesa al Col Vieux siamo da ultimo arrivati al Parcheggio, ove Ricky già ci attendeva dopo aver ripreso la macchina alla Anc Cabane des Douanes. Il giudizio di 3 sci è sostanzialmente corretto (viste situazioni anche di pochi giorni fa in zona), anche se il pendio alto è stato trovato -in precedenti visite- sempre in condizioni migliori. A seguire foto 
Note compagniaRicky, Danilo, Paolo Curt 
Affollamento2 persone prima di noi 
Foto della gita
alias personali
Aiguillette dal basso
il pendio che porta alla Sella
gli ultimi saranno i primi....forse in un altro Regno
il selfie tecnologico del Prof
Neve migliore per Ricky
per Robi
per Danilo
per Ricky osservato da Paolo
per paolo
ulteriore ripellata
la traccia di salita e parte discesa
     
Questa scheda è stata visualizzata 534 volte
COMMENTI  (non c'è ancora alcun commento registrato di questa gita. Vuoi aggiungerne tu uno ?)
In questa stagione ci sono già state 4 effettuazioni registrate di questa gita. Eccole qui sotto in ordine cronologico, dalla più recente alla meno recente.
N.Data
effett.
Giud.
(0-5)
Qualità neve
in alto (), a metà () e in basso ()
Altezza neve
in quota (), a metà () e alla partenza ()
Autore
segnalazione
10/063 Primaverile morbida ondulata
Primaverile morbida ondulata
Primaverile morbida ondulata
60 cm
50 cm
0 cm
Renzo Dirienzi
07/063 Crosta da vento ondulata
Primaverile morbida liscia
Primaverile morbida liscia
60 cm
50 cm
30 cm
Riccardo Murisasco
07/063 Primaverile ghiacciata ondulata
Primaverile morbida liscia
Primaverile morbida liscia
60 cm
50 cm
30 cm
Roberto Peano
27/055 Primaverile morbida liscia
Primaverile morbida liscia
Primaverile morbida ondulata - manca qua e là per qualche metro lineare
60 cm
50 cm
30 cm
Renzo Dirienzi

Itinerario
Si propongono due diversi itinerari di salita
1) Si parte poco a valle del Colle dell'Agnello e si traversa verso destra in successione il Col Vieux ed la Breche du Ruine, togliendo le pelli e scendendo quel tanto che basta per sfruttare i bellissimi pendii rivolti a E e per continuare nella traversata in direzione della cima che, alla Breche du Ruine, è del tutto visibile.
Resto ora da salire la parete N de L'Aiguillette, cosa che si può fare preferibilmente con i ramponi ai piedi.
2) Dal Colle dell'Agnello, con un lungo traverso sotto il Pain de Sucre, si raggiunge un colletto sull'itinerario della Rocca Rossa; tolte le pelli si scende prima un bel valloncello per poi traversare a dx e raggiungere la Breche du Ruine; scendere decisamente (evitando di traversare alto nel vallone che sale alla Sella d'Asti) fino a trovarsi alla base dei valloni che adducono al pendio finale della cima. 
Discesa
La discesa, specie nel tratto della parete N è piuttosto ripida e quindi deve essere percorsa con condizioni di neve assolutamente sicure.
Si consiglia l'itinerario di salita per evitare i lunghi traversoni dal col Vieux 
FonteCesare Bellone 
Se riscontri degli errori in questa scheda, qualsiasi tipo di errore, sei pregato di segnalarlo con questo modulo. Grazie ![ 109 ms ]

Riguardo . . .
... Agnello (colle dell'A.)
  Previsioni del tempo
  Elenco gite valle Valle Varaita
  Nivometri della valle/zona
  Mappa delle gite effettuabili
  Accesso autostradale
... Roberto Peano
  Chiedi maggiori informazioni
  Elenco delle sue gite in questa stagione
  Mappa delle sue gite in questa stagione
  Galleria di tutte le sue fotografie
... le tue prossime gite
  Bollettino valanghe AINEVA
  Previsioni neve AINEVA
  Qualita e altezza neve delle ultime 20 gite
... AIGUILLETTE (MONTE) anche da ...
  Chianale (Pontechianale) (Valle Varaita)